COMUNE DI MARENE

BENVENUTI SUL SITO DEL COMUNE DI MARENE

logostampa

Menu di Navigazione Principale

Menu Secondario di navigazione

Sei in :  Home  >  Servizi  >  Consorzio energia Veneto

Il Comune di Marene aderisce al Consorzio Energia Veneto

Dall’ottobre 2007 il fornitore di energia elettrica per l’illuminazione della rete stradale e l’elettricità di scuole, palestra ed edifici comunali di Marene è il Consorzio Energia Veneto (CEV) che ha sede a Verona.

Il Comune ha approvato l’adesione al Consorzio con deliberazione del Consiglio comunale n. 13 in data 21/03/2007.

Il CEV, primo consorzio pubblico italiano per l'energia, è nato nel 2002 per iniziativa di soli sette comuni veneti e vanta oggi più di 1.000 enti consorziati in tutta Italia.

Da sempre attento alle tematiche dell’ambiente il Consorzio fornisce un supporto concreto all’Ente per:

  • Risparmiare sui costi d’acquisto dell’energia, garantendosi una fornitura 100% proveniente da fonti rinnovabili, che rappresenta l’aspetto più rilevante;
  • Gestire al meglio tutti gli aspetti tecnici dell’energia;
  • Produrre energia da Fonti Rinnovabili senza costi per l’Ente;
  • Formare un esperto per gestire le complessità e le opportunità della liberalizzazione.

In quanto Socio il Comune di Marene ha utilizzato già a partire dall'anno 2009 esclusivamente energia proveniente al 100% da Fonti Rinnovabili, certificata R.E.C.S. (Renewable Energy Certificate System).

Nell’anno 2010 il Comune ha acquistato tramite il CEV 434.868 KWh di energia elettrica da fonti rinnovabili. Il Comune di Marene ha aderito ad un progetto, proposto e gestito dal CEV, che ha consentito la realizzazione - senza oneri di investimento a carico del Comune - di un impianto fotovoltaico a Cattolica Eraclea (AG).

L'impianto fotovoltaico a terra realizzato è composto da n° 80 moduli fotovoltaici, distribuiti su una superficie di 129 m², ed ha una potenza nominale complessiva di 19,80 kWp, per una produzione di 38.800 kWh annui.

Il progetto prevede l’acquisto dell’impianto da parte del Comune senza gravare sul bilancio comunale, con patto di riservato dominio nei confronti della società Global Power Service S.p.a, controllata dal CEV, a fronte della disponibilità delle aree ed alla costruzione dell’impianto. Grazie alla riscossione da parte del Comune delle tariffe incentivanti sull’energia prodotta, decurtate dei corrispettivi per la prestazioni del CEV e della GPS commisurate ai kWh prodotti, il Comune potrà godere gratuitamente dell’energia elettrica prodotta.